UN’IMMENSA TORGNON SALUTA E RINGRAZIA

03-08-2020

Lo scatto a corredo di questo articolo, firmato Oreste Testa per Sport Endurance EVO, ritrae Federica Eva Maggio e Pomeron, in compagnia di Camilla Coppini e Qualita by Ercules, rispettivamente vincitrici della CEI2* e della CEI2* Ladies.
In un solo colpo il sorriso, la gioia, la voglia di stringersi di nuovo la mano e di ricominciare a condividere la vita dopo un inizio d’anno disastroso a causa della nota pandemia.
Dopo 3 lunghe e intense settimane all’insegna del cavallo, Torgnon saluta e ringrazia questi splendidi animali che hanno regalato emozioni a non finire ai fortunati presenti.
Il salto ostacoli, che quest’anno ha preceduto in calendario la disciplina dell’endurance, ha lasciato a quest’ultima il compito di abbassare un sipario che di anno in anno è diventato sempre più importante; i numeri lo scorso week-end hanno parlato chiaro.
160 binomi si sono alternati sulla linea dello start per le partenze alla francese (alternate) causa protocollo Covid, dando vita ad una kermesse dal sapore unico.
Fiumi di fotografie, post, video, hanno invaso i social per spegnere virtualmente insieme al comitato organizzatore, le 23 candeline che il Trofeo delle Grandi Montagne spegneva.
Raccontare la gara di endurance di Torgnon è assai difficile a chi non l’ha vissuta in prima persona.
Immaginate un metronomo davanti ad uno spartito musicale; esso si muove in totale autonomia e con la sua cadenza, detta ritmi ormai consolidati, a destra e a sinistra, su e giù per le straordinarie verdi montagne valdostane.
Un comitato organizzatore rodato da anni di lavoro, un’amministrazione comunale impegnata in prima persona sul campo, una Federazione regionale onnipresente, sono solo alcuni degli ingredienti che oggi hanno consacrato Torgnon come gara reginetta d’Europa.
Non vogliamo sprecare, in senso lato, troppe parole sul web sull’evento di Torgnon, sarebbe troppo riduttivo. Un post sui social scivola via con la stessa velocità con cui l’acqua, caduta copiosamente su Torgnon, viene assorbita dalla terra!
Torgnon è da imprimere sulla carta di Sport Endurance EVO, deve lasciare un segno indelebile con foto ed inchiostro.

Sul numero d’autunno della rivista internazionale Sport Endurance EVO, troveremo dunque il reportage dell’evento con la carrellata di foto e sopratutto nomi e cognomi dei protagonisti.
Tra qualche giorno invece Franco Pitti, uno degli organizzatori di Torgnon nonché Presidente di Giuria, sarà ospite di Endurance & Dintorni per raccontare la gara in prima persona.

Le fotografie dell’evento sono disponibili per sul sito www.sassofotografie.it

Risultati su
https://www.enduranceonline.it/

Attachment