Trofeo dei Circoli Abruzzo – Sant’Eusanio del Sangro (CH)

05-11-2018

Da sempre il Trofeo dei Circoli regionale ha rappresentato un momento molto sentito dagli appassionati di endurance.
Il campanilismo, l’attaccamento ai colori di scuderia, la voglia di primeggiare su un altro centro equestre, ha spinto spesso gli enduristi, indomiti per natura, a correre questa manifestazione con estrema attenzione e particolare senso di competizione.
Quest’anno a Sant’Eusanio del Sangro (CH) in Abruzzo, la Riserva Naturale Regionale del WWF “Oasi di Serranella” sarà la cornice dell’edizione 2018 del Trofeo dei Circoli che si disputerà il prossimo 25 Novembre.
L’organizzazione dell’ “VIII Trofeo Oasi di Serranella“, porta la firma di Massimo Verna Presidente dell’ASD “La Mandrakata“.
Dunque, il “Mandrake Gigi Proietti” di Sant’Eusanio, da anni dedito alla divulgazione dell’endurance in regione, promette una bella giornata di sport immediatamente sposata e patrocinata dall’Amministrazione Comunale capitanata dal Sindaco Raffaele Verratti.

La gara

L’evento si presenta con le tre classiche categorie CEN B – CEN A e Debuttanti dalle quali si estrapolerà la squadra vincitrice per ognuna di esse nonché la campionessa generale.
La gara è in formula OPEN dunque tutti possono partecipare concorrendo ovviamente, laddove si venisse da fuori regione, soltanto per la classifica individuale.
La strategica posizione del Comune in provincia di Chieti, a pochi km. è dislocato il casello autostradale della A14 Adriatica, permette un comodo accesso al paese che ospiterà la gara.

La location

Tornando alla location di gara è assolutamente da sottolineare la bellezza del percorso che si estende in buona parte all’interno della citata Oasi di Serranella.
L’oasi con il suo omonimo lago, deve la sua fortuna al microclima di cui gode favorito dalla vicinanza con il mare Adriatico e dalla protezione del massiccio della Majella.
Questa caratteristica, unita alla confluenza di due fiumi, il Sangro e l’Aventino, ne fanno una delle aree di sosta predilette di uccelli migratori come l’airone bianco maggiore, la cicogna nera, il fenicottero, il falco di palude, il falco pescatore, il nibbio reale ecc.
Il sito di importanza Comunitaria, si estende per circa 300 ettari; esso ha origine artificiale ed è diventata nel giro di pochi anni, una palude ricca di vita fino ad essere eletta nel ’90 Riserva Regionale.

Rimanete collegati con questa gara: cliccando sulla locandina in EVENTI+PREMIUM, troverete a breve il programma, il percorso, conoscere gli sponsor e tutti i dettagli necessari per vivere la meglio la gara.

Attachment