Simonetta Leone prima tra gli Europei alla President’s Cup!

14-02-2016

Simonetta Leone rid Si è svolta ieri (sabato 13 Febbraio, ndr) nel suggestivo Emirates International Endurance Village di Al Wahatba, ad Abu Dhabi, l’edizione 2016 della prestigiosissima His Highness The President of The United Arab Emirates’ Endurance Cup, l’evento agonistico più importante dell’anno per la nostra disciplina sportiva.

“E dov’è la notizia? – direte voi – Questo non dovrebbe essere un sito che parla solo di Endurance Italiano?”

Niente di più giusto! Ed allora, perché parlarne?

Semplicemente perché, in una manifestazione che si è conclusa con il 73,68% di non qualificati, dove 140 cavalli su 190 partenti sono stati fermati o si sono ritirati, per un motivo o per un altro, non si può tacere il fatto che un’amazzone Italiana si è classificata prima tra gli europei!

Stiamo parlando di Simonetta Leone (nella foto di repertorio), atleta fanesina/pratolana appena vent’enne che, dopo aver difeso i colori Italiani ai Campionati Europei che si sono svolti nel Veronese nel 2014 ed aver militato nelle fila del Progetto Giovani dell’Anica, ha trovato il modo di mettersi in luce anche in questo importantissimo consesso internazionale: si è infatti classificata 23^ in sella a Dr Indio dopo aver portato a termine la massacrante impresa in 8hrs :20min :58sec (2h:16′:09″ dal vincitore), alla media di 19.163 Km/h e con una media-recuperi di 7 minuti e 6 secondi. Dietro di lei ad appena tre minuti Kamila Anita Kart, ex Nazionale della Polonia, nonché tutti gli altri Europei ed un nutrito gruppo di atleti Emiratini, a dimostrazione dello spessore tecnico della nostra atleta e del feeling che è riuscita a creare con Dr Indio, il bellissimo grigio che ha portato in gara.

 Un vero peccato invece il ritiro di Irene Avitabile al 5° Vet Gate: una zoppia ha fermato la sua prestazione prodigiosa, che fino a quel momento aveva portato ad una media di gara di ben 25.618 Km/h.

La sfortuna ha colpito anche gli altri tre atleti componenti la pattuglia Azzurra in questa President’s Cup, con Daniele Serioli che ha ritirato il suo Ostro al 4° Vet Gate, Veronica Simula che non è riuscita a completare il terzo stint di gara e Giulia Vigevani che è stata stoppata da una zoppia già al primo controllo veterinario; un vero peccato!

Da parte nostra non possiamo far altro che rinnovare i complimenti a Simonetta per essere riuscita a mettersi dietro anche tutti i 23 atleti il cui cursus honorum era ostentato sulla brochure ufficiale della manifestazione, ed un grande grazie di cuore agli altri, consapevoli che in gara il doversi fermare fa parte del gioco, e con l’augurio di non fermarsi qui, perché il traguardo è solo un altro cancello più avanti.

G. Graziani

Attachment