Sh. Mohammed Cup 2019: 250 eliminati, 89 finishers, l’Italia c’è

05-01-2019

Due terzi dei binomi partiti per il “sogno arabo”, ieri non sono arrivati in fondo.
Alla H.H. Sh. Mohammed Bin Rashid Al Maktoum Endurance Cup 2019 (in foto  l’omonimo Sceicco durante l’edizione 2018), la Befana ha distribuito agli italiani presenti in gara, calze con cioccolatini, caramelle e qualche carboncino dal comunque sapore dolce.
Sono due le firme lasciate dai nostri in classifica finale e sono quelle di Federica Mandelli con Quavinco e di Daniele Serioli con Nigel.
I due chiudono nelle retrovie a 14/15 km/h di media ma con i cavalli in buone condizioni.
La regola fondamentale di questo sport, a nostro avviso, è stata centrata in pieno ovvero, il rispetto del cavallo.
I complimenti vanno anche agli altri due binomi italiani impegnati ma fermati anzitempo; anche per loro vale la regola che, il solo partire deve rappresentare una vittoria.
Plauso dunque a Costanza Laliscia, più volte finisher di gare nei deserti e al Campione d’Italia 2018 Luca Campagnoni.
Terminare una prova del genere dopo aver lasciato la neve dell’Italia e toccata la sabbia degli Emirati, è già di per se una grande vittoria.
I 25 di media con i quali i primi hanno chiuso le loro prove fanno rabbrividire ma questo è oggi l’endurance, prendere o lasciare.

Bravi tutti…e buona Befana

Attachment