RIPARTIAMO AL “PICCOLO TROTTO”

21-05-2020

Nonostante le grandi difficoltà che il settore endurance sta vivendo, abbiamo deciso di non fermarci.
La stampa specializzata, con la cancellazione degli eventi sportivi, è stata letteralmente azzerata, come del resto tantissimi altri settori produttivi.
La rivista Sport Endurance EVO non si è mai fermata facendo fronte a testa alta alle problematiche legate ala mancanza di eventi, dunque di commesse e ricavi economici provenienti dalle pubblicità, linfa di tutti i media.
Lavorativamente parlando, “non tutti i mali vengono per nuocere“, recita un adagio; al netto del dramma che tante famiglie hanno vissuto incontrando in prima persona il virus o che hanno sofferto per la perdita di persone care a causa sua, tanti hanno avuto modo durante la lunga quarantena, di riflettere, di pensare, di cambiare, dunque modificare l’approccio alla vita, al lavoro.
E’ il nostro caso. Abbiamo deciso di dedicare sulla nostra rivista sempre meno spazio al mero resoconto delle gare di endurance la cui cronaca si consuma in due giorni sui social tra foto amatoriali, video, qualche like e sempre meno contenuti e commenti ai post.
Abbiamo deciso di indirizzare i nostri sforzi verso la ricerca dei racconti di esperienze di gara, di approfondimenti tecnici, di viaggi a cavallo, di tradizioni equestri, insomma tutto ciò che comprenda la parola endurance nella sua eccezione del termine.
Alla rivista si affiancherà un palinsesto digitale, “Endurance & Dintorni“, un progetto ambizioso sul quale verranno sollevati i veli a Settembre o forse prima!

In foto vediamo un esempio degli argomenti sui quali ci soffermeremo in futuro.
Grazie alla collaborazione con Annuska Ghidotti di “Il Mondo a Cavallo“, vi mostriamo un bellissimo scatto che fa parte dell’articolo che uscirà nel numero di luglio, dedicato ad un viaggio a cavallo in Sud America, tra Cile ed Argentina.
Spazio dunque all’etologia, alla veterinaria, allo storytelling, alle curiosità ecc…

Grazie del supporto che mai ci avete fatto mancare…
Ripartiamo ma con prudenza

Attachment