EVVIVA TORGNON: ABBATTUTO IL MURO DEI 100

29-06-2019

Soltanto un paio di mesi fa ci si chiedeva se in Italia vi fossero ancora appassionati di endurance, quello di un tempo, quello che fece innamorare e avvicinare alla disciplina tante amazzoni e cavalieri.
Ebbene sembrerebbe di si, almeno così racconta il contatore della gara di Torgnon che mentre scriviamo segna 104 partenti (Alcuni binomi devono ancora essere inseriti on line su T-Track).
Il trascorrere del tempo modifica tutto, endurance compreso. Assistiamo oggi a gare sempre più piatte dunque più veloci, a record sgretolati uno dietro l’altro, a velocità medie altissime e tempi di rientro di parametri cardiaci fenomenali; insomma la disciplina dell’endurance sembra andare a doppia velocità come forse è giusto che sia.
Abbiamo un endurance, passateci il termine, romantico e un endurance più agguerrito e votato ad altri scopi. Pratiche totalmente differenti che però, come ad esempio avviene in Francia con le categorie Amateur, possono serenamente convivere.
Perchè non farlo anche in Italia? Dividere le categorie tra “PRO e AMA?”…ci arriveremo, tempo al tempo…

Intanto complimenti al Comitato Organizzatore di Torgnon per il lavoro che sta svolgendo per l’endurance e per quello che farà le settimane che seguiranno con il salto ostacoli, capace di richiamare centinaia di binomi da tutta l’Italia. 

 

Iscrizioni e GPS su www.t-trackgps.com 

 

Attachment