E’ rosa il trionfo a Cerveteri

02-03-2010

Nell’area RACCONTI a breve altri servizi – La giovanissima disciplina dell’Endurance è cosa risaputa essere stata praticata agli arbori dai Pony Express e poi, con l’andare dei fatti e della storia, ha conosciuto un’evoluzione che sarebbe bello culminasse con il passaggio a disciplina olimpica.
L’Endurance ha nella crescita mediatica un “passaggio obbligato” senza il quale mai diventerà davvero grande e dunque capace di catturare l’interesse di soggetti oggi ancora troppo distanti da questo affascinante “mondo”.
Dal canto nostro, coprendo il maggior numero possibile di gare, cerchiamo di contribuire in maniera incisiva affinchè ogni giorno qualcuno in più conosca l’endurance.
Nello scorso week-end in quel di Cerveteri è andato in scena in I° atto della Coppa Italia 2010 entro il quale si è consumata “l’apertura” del Campionato Regionale Lazio.
Le ampie ed accoglienti strutture del Circolo Ippico Equiconfor hanno rappresentato location di livello per questa manifestazione.
Il percorso di gara si è snodato in 2 anelli: uno dei quali ha regalato ai concorrenti delle CEI – svoltesi il sabato – un’apprezzabile passaggio in spiaggia.
Nel complesso la struttura morfologica dei tracciati di gara ha riscosso il giudizio favorevole dei concorrenti e delle assistenze, che però auspicano un perfezionamento generale, capace di esaltare tanto i territori, la location adiacente il campo visite e quelle piccole quanto importanti sfumature. Il Comitato Organizzatore, dal canto suo, sembra dispostissimo a limare qua e la, le fisiologiche ed oggettive modifiche di percorso, confidando in un mese decisamente “meno piovoso”.
Il I° Raid degli Etruschi – questo è il nome dato all’evento – ha trovato nel sigillo del Ranking Endurance 2010  quel “marchio” di qualità che ancor più accresce l’interesse verso una data gara.
Vendendo agli accadimenti registriamo l’affermazione di Chiara Rosi nella CEI2*  di 120 Km. che, dopo la sua performance, entra di diritto nelle zone alte del RANKING Champions che pian piano prende forma ( clicca su http://www.sportendurance.it/ranking-endurance-2010/ ).
Dei dieci cvalieri che hanno portato a termine la gara, 4 sono già iscritti al RANKING, aspettiamo dunque, in modo da non perdere punteggi preziosi, Nicola Tarducci che ha confermato comunque la volontà di esserci, Roberto Cottone, Pietro Moneta, Alaia Giuseppe e Filippo Gagliano.
Continuando con la cronaca, un clima mite per il periodo e un fondo scorrevole ma profondamente provato dall’intemperie dei giorni precedenti, hanno reso tanto la “2 stelle” che la “corta di giornata”, categorie selettive dove l’irregolarità di andatura ha rappresentato la causa predominante dell’eliminazioni.
E’ un’altra amazzone ad aggiudicarsi la CEI1*  trattasi di Alessandra Brunelli succeduta sul traguardo da Serioli e Pettaccini. La stesa Brunelli, su una brillante Zaleta, anglo arabo francese del ’99 farà parte come annunciato, del RANKING Endurance 2010.
Soltanto in 4 hanno chiuso la 94,7 km. convenzionata col RANKING, trattasi del YR e promettente Daniele Serioli su Indian Laksika, Dante Pataccini su Billy de P.Ulpu e Adele Fondi (YR) su Arawak des Vialettes. Gli ultimi tre binomi sono anch’essi attesi in repertorio RANKING.
La giornata dedicata “alle lunghe” si è conclusa con una premiazione capace di riscuotere l’apprezzamento di tutti.
Il “centrale” di Equiconfor, tra inni nazionali d applausi, ha salutato questa prima esperienza laziale che sicuramente potrà andare in archivio con il segno più, accompagnato da “asterischi” che andranno solo a migliorare tutta la macchina organizzativa ormai “rodata a puntino”.
Per S.E.
Filippo Caporossi

Nell’area RACCONTI a breve altri servizi – La giovanissima disciplina dell’Endurance è cosa risaputa essere stata praticata agli albori dai Pony Express e poi, con l’andare dei fatti e della storia, ha conosciuto un’evoluzione che sarebbe bello culminasse con il passaggio a disciplina olimpica.

L’Endurance ha nella crescita mediatica un “passaggio obbligato” senza il quale mai diventerà davvero grande e dunque capace di catturare l’interesse di soggetti oggi ancora troppo distanti da questo affascinante “mondo”.

Chiara e Leonardo in volata finale

Chiara e Leonardo in volata finale

Dal canto nostro, coprendo il maggior numero possibile di gare, cerchiamo di contribuire in maniera incisiva affinchè ogni giorno qualcuno in più conosca l’endurance.

Nello scorso week-end in quel di Cerveteri è andato in scena in I° atto della Coppa Italia 2010 entro il quale si è consumata “l’apertura” del Campionato Regionale Lazio.

Le ampie ed accoglienti strutture del Circolo Ippico Equiconfor hanno rappresentato location di livello per questa manifestazione.

Il percorso di gara si è snodato in 2 anelli: uno dei quali ha regalato ai concorrenti delle CEI – svoltesi il sabato – un’apprezzabile passaggio in spiaggia.

Alessandra Brunelli in volata

Alessandra Brunelli in volata

Nel complesso la struttura morfologica dei tracciati di gara ha riscosso il giudizio favorevole dei concorrenti e delle assistenze alle seguito.

Il I° Raid degli Etruschi – questo è il nome dato all’evento – ha trovato nel sigillo del Ranking Endurance 2010  quel “marchio” di qualità che ancor più accresce l’interesse verso una data gara.

Vendendo agli accadimenti registriamo l’affermazione di Chiara Rosi su Gardu Pintu nella CEI2*  di 120 Km. che, dopo la sua performance, entra di diritto nelle zone alte del RANKING Champions che pian piano prende forma ( clicca su http://www.sportendurance.it/ranking-endurance-2010/ per le classifiche).

Dei dieci cavalieri che hanno portato a termine la gara, 4 sono già iscritti al RANKING, aspettiamo dunque, in modo da non perdere punteggi preziosi, Nicola Tarducci che ha confermato comunque la volontà di esserci, Roberto Cottone, Pietro Moneta, Alaia Giuseppe e Filippo Gagliano.

Daniele Serioli

Daniele Serioli

Continuando con la cronaca, un clima mite per il periodo e un fondo scorrevole ma profondamente provato dall’intemperie dei giorni precedenti, hanno reso tanto la “2 stelle” che la “corta di giornata”, categorie selettive dove l’irregolarità di andatura ha rappresentato la causa predominante di eliminazione.

E’ un’altra amazzone ad aggiudicarsi la CEI1*  trattasi di Alessandra Brunelli succeduta sul traguardo da Serioli e Pattacini. La stesa Brunelli, su una brillante Zaleta, anglo arabo francese del ’99 farà parte come annunciato, del RANKING Endurance 2010.

Soltanto in 4 hanno chiuso la 94,7 km. convenzionata col RANKING, trattasi del YR e promettente Daniele Serioli su Indian Laksika, Dante Pataccini su Billy de P.Ulpu e Adele Fondi (YR) su Arawak des Vialettes. Gli ultimi tre binomi sono anch’essi attesi in repertorio RANKING.

La giornata dedicata “alle lunghe” si è conclusa con una premiazione capace di riscuotere l’apprezzamento di tutti.

Il “centrale” di Equiconfor, tra inni nazionali ed applausi, ha salutato questa prima esperienza laziale che sicuramente potrà andare in archivio con il segno +, accompagnato da “asterischi” che andranno solo a migliorare tutta la macchina organizzativa ormai “rodata a puntino”.

Per S.E.

Filippo Caporossi