Cala il sipario su winningendurance.com

09-12-2018

Riceviamo e pubblichiamo con piacere la lettera di Vincenzo Bechini, unendoci al pensiero di chi pensa che Winningendurance abbia fatto tanto per l’endurance, con sacrificio, da 12 anni. Conosciamo bene la parola “sacrificio” perchè quando finisce una gara e tutti tornano a casa, è lì che inizia il lavoro di chi, per passione o per lavoro, scrive e racconta dell’evento dando visibilità ai cavalieri e all’endurance.

Parola a Vincenzo.

“L’Endurance mi ha appassionato da sempre; l’ho attraversato a 360° con passione e rispetto verso il cavallo.
Sono stato pioniere di questa disciplina, da quando si chiamava “fondo” per capirci, da quando percorrere 40 Km. in un solo giro era un successo e poi una festa condivisa con gli altri concorrenti.
Oggi si corre a velocità impensabili all’epoca, 5 addirittura 6 fasi!
Ho costruito percorsi endurance, ho cercato nuovi sentieri da aprire e percorrere in sicurezza, ho dato tanto a questa disciplina senza interesse economico, “SOLO UNA PERSONA MI DISSE CHE FACEVO TANTO PER L’ENDURANCE”.
Tutto ha un inizio e una fine e credo che sia il momento di sospendere o chiudere i battenti, con dignità e onore.
L’uomo è dotato di libero e arbitrio e io voglio usarlo.
Non ho più gli stimoli necessari a meno che non ne sopraggiungano degli altri nuovi da farmi ripensare.
Resto a disposizione dell’Endurance come giudice, segretario endurance e programmatore di percorsi endurance.
Saluto tutti e grazie a Endurance”
Bechini Vincenzo

Attachment