Arabia Saudita: ad Al Ula Serioli e Del Prato

28-01-2019

Il prossimo fine settimana Al Ula, sito archeologico Patrimonio dell’UNESCU dell’Arabia Saudita, si trasformerà in teatro naturale per l’endurance di altissimo livello.

Due le bandiere italiane presenti grazie all’invito ricevuto e accettato da Daniele Serioli e Nicola del Prato.
Il Regno d’Arabia Saudita accende i riflettori sulla disciplina dell’endurance e lo fa in occasione dell’imminente Winter Tantora’s Festival di Al Ula.
Il 2 Febbraio prossimo verranno sollevati i veli della “The Custodian of the Two HolyMosques Endurance Cup.
L’Arabia Saudita, con il lancio dei permessi turistici (Visa Turist), vuole far conoscere la sua terra al mondo che in effetti, in alcune aree, non ha nulla da invidiare alla più conosciuta Giordania.
Ad Al Ula si correrà una ricchissima CEI2* dove partiranno oltre 200 cavalli provenienti dal medioriente e dall’Europa.

Luoghi di rara bellezza naturale ricchi di storia e cultura attendono l’endurance che percorrerà tratti dell’antica via della seta.

Assistere alla gara che vale 2.1 Milioni di dollari nonchè al concerto dell’italianissimo Andrea Bocelli, sarà un’esperienza unica per i pochi fortunati invitati.

 

 

Tornando alla nostra disciplina sono tanti i nomi importanti che prenderanno il via alla gara, tra i quali il Crown Prince di Dubai H.H. Sh. Hamdan bin Mohammed Al Maktoum e lo Sceicco figlio del Re del Bahrain il Principe Nasser bin Hamad Al-Khalifa.

Sport Endurance EVO racconterà l’evento sul numero 26 di Sport Endurance EVO.

 

Attachment