Torgnon 2017: “Aerosol naturale e 20 candeline da spegnere”

16-06-2017

Organizzo l’endurance di Torgnon in Valle d’Aosta da 20 anni con uno staff sempre attento e puntuale che ringrazio.

Nulla o poco è mai cambiato, quello che è sempre rimasto invariato è lo scenario unico che possiamo regalare grazie ad una natura meravigliosa.

Se ami il tuo cavallo lo porti a fare “areosol naturale” in montagna, ci vuole parecchio fiato per spegnere 20 candeline, bisogna rigenerarsi.

Lo facevano ieri e lo fanno ancora oggi i pastori; avranno in più lo smartphone con FaceBook per i selfie, ma la regola è rimasta invariata: “pianura  in inverno, estate in montagna”.

Quello che possiamo offrire da queste parti dal 6 al 9 luglio prossimo è tanta aria buona e tanti ricchi premi come allegria e voglia di rincontrarsi. Si sta perdendo, come in tanti altri sport, il vero senso di questa parola!

Per chi non lo sapesse la parola Sport è l’abbreviazione della parola inglese disport che significa divertimento; il vocabolario la indica come l’insieme di attività fisiche effettuate per fini salutistici, formativi e competitivi.

Mi sento di dire che la gara di Torgnon e lo sport siano due sinonimi; qui, dopo aver fatto aerosol, si corre davvero e ci si misura ma, come in una partita di Rugby, poi si esulta tutti insieme, si brinda e si festeggia.

Terminare Torgnon, la Florac d’Italia, è un’esperienza per pochi ma attenzione, “se la provi puoi ricaderci!!”.

Vi aspettiamo numerosi come sempre, da Fabio Zuccolo le iscrizioni, su FaceBook i commenti.

Franco Pitti

Attachment