Linda Iosa ha la pelle dura…

06-05-2018

Brutta esperienza per la giovane amazzone Linda Iosa (in foto di repertorio Sardegna 2018) che ieri ha rischiato grosso a Provaglio d’Iseo (Bs) dove si correva il Campionato Italiano YR 2018.
La grinta dei giovani under 21 è nota a tutti, specialmente quando si parla di quote rosa, aggiungerei.
La preoccupata mamma di Linda è stata raggiunta questa mattina a telefono da un nostro corrispondente che le ha fatto qualche domanda per approfondire l’accaduto. Vediamo come è andata.
Ieri verso il finale di gara della CEI2*YR, Costanza Laliscia con Rok e Linda Iosa con Prezioso de Matta e Padru, raggiungono e superano Valentina Galli e Agadir by Galuska. Decidono di correre insieme e sostenersi vicendevolmente fino ad accettare la sfida di battersela in volata.
All’ultima pericolosa curva, nota e comunque segnalata, arriva per prima Linda che perde però il controllo del cavallo andando a sbattere violentemente la schiena su una lamiera che copriva una legnaia. Il cavallo si allarga fino a toccare lo scivoloso manto erboso, dunque l’impatto inevitabile.
Passa Costanza che va a tagliare il traguardo e dopo un po’ Valentina; anche Prezioso lo taglia ma da solo. Qualcuno porta indietro il cavallo alla sfortunata amazzone che passa anch’essa sotto il gonfiabile FISE per poi andare diretta in ospedale.
Operata in anestesia totale ha riportato una ferita di circa 20 cm. nella parte bassa della schiena che destava preoccupazione per i muscoli e tendini coninvolti.
Riuscito alla perfezione l’intervento, è stata già dimessa oggi. Resta tanta paura e forse un po’ più di consapevolezza.

Anche l’organizzatrice dell’evento, Cesarina Ciocchi, con molta premura ha voluto sincerarsi di persona dello stato di Linda andandola a trovare immediatamente in ospedale.

Che dire, si corre per vincere, specialmente in un Campionato Italiano ma bisogna sempre ricordarsi che la vita, quella propria e del proprio animale deve essere sempre messa al primo posto.
A volte tirare le redini a sè è un atto difficile, specialmente quando grinta, competizione ed adrenalina sono tutte lì a scorrere velocemente nel sangue.
E’ andata bene…buona guarigione Linda

Attachment