E’ “super testardo”, ma la mia gioia

17-11-2009

Lo scorso weekend a Sacile ho portato a termine la prima gara sulla distanza dei 90 km del mio cavallo più giovane, IKAAR.
Il percorso di gara si è dimostrato impegnativo ma l’organizzazione era, come sempre, impeccabile (un grazie a Tony Zaia ed alla Serenissima Cavalli).
Il mio Ikaar pur essendo la sua prima gara di velocità della sua vita ha dimostrato di essere un cavallo  di “testa”, come si dice in gergo; la cosa che mi ha lasciato davvero di stucco è stata la sua grinta, la sua voglia di correre nonchè l’estrema generosità in occasione della volata finale.
E’ stata una giornata dura ma emozionante anche per il mio team di assistenza, sempre rapida e puntuale.
Il risultato ottenuto in gara è il frutto di tanto tempo passato insieme ad Ikarr; non è stato facile raggiungere quel giusto feeling con lui, quella fiducia e quell’equilibrio necessario per presentarsi serenamente in una gara. E’ un cavallo testardo, di carattere, ma è proprio quando soggetti del genere accettano di lavorare con allegria insieme a te che ti senti davvero appagata e ricompensata degli sforzi fatti.
….questa è per noi la soddisfazione più grande.
Lettera Firmata

Sara pellegrini picLo scorso weekend a Sacile ho portato a termine la prima gara sulla distanza dei 90 km del mio cavallo più giovane, IKAAR.

Il percorso di gara si è dimostrato impegnativo ma l’organizzazione era, come sempre, impeccabile (un grazie a Tony Zaia ed alla Serenissima Cavalli).

Il mio Ikaar, pur affrontando la prima gara di velocità della sua vita, ha dimostrato di essere un cavallo  di “testa”, come si dice in gergo; la cosa che mi ha lasciato davvero di stucco è stata la sua grinta, la sua voglia di correre nonchè l’estrema generosità in occasione della volata finale.Sara1

E’ stata una giornata dura ma emozionante anche per il mio team di assistenza, sempre rapida e puntuale.

Il risultato ottenuto in gara è il frutto di tanto tempo passato insieme ad Ikarr; non è stato facile raggiungere quel giusto feeling con lui, quella fiducia e quell’equilibrio necessario per presentarsi serenamente in una gara. E’ un cavallo testardo, di carattere, ma è proprio quando soggetti del genere accettano di lavorare con allegria insieme a te che ti senti davvero appagata e ricompensata degli sforzi fatti.

….questa è per noi la soddisfazione più grande.

Sara Pellegrini